Tutto quello che devi sapere per ristrutturare un appartamento a Milano
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ristrutturare un appartamento a Milano: tutto quello che devi sapere

  1. Home
  2. Guide
  3. Ristrutturare un appartamento a Milano: tutto quello che devi sapere

Ristrutturare un appartamento a Milano: tutto quello che devi sapere

Quando si acquista casa, il capitolo della ristrutturazione è sempre uno dei più difficili da affrontare dal momento che prevede che vengano presi in considerazione aspetti molteplici ed eterogenei che vanno ad influire sia sui costi che sui tempi di realizzazione degli interventi.

Chiunque abbia avuto modo di vedere un preventivo sa bene che comprende una serie di voci fisse e altre variabili. Queste ultime sono influenzate da diversi fattori non ultimo quello geografico, ovvero, la città in cui si trova l’immobile da ristrutturare.

Nessuno si stupirà se affermiamo, ad esempio, che la ristrutturazione di un appartamento a Milano può costare sensibilmente di più rispetto a quanto costerebbe effettuare gli stessi lavori in un altro comune dove il costo della vita è più basso.

Ma le differenze non si fermano all’aspetto economico, poiché in molti casi investono anche l’aspetto burocratico dal momento che tutti gli interventi di ristrutturazione devono rispettare le regole urbanistiche previste dal Comune in cui si trova lo stabile oggetto dell’intervento e, qualora necessario, bisogna richiedere i permessi previsti dalle normative vigenti.

Per ristrutturare casa a Milano, di conseguenza, sarà necessario rispettare le regole urbanistiche comunale e rispettare tutti gli adempimenti burocratici richiesti.

Ecco allora tutto ciò che devi sapere sulle ristrutturazioni case a Milano in relazione a norme e costi così da non incappare in abusi e poter stilare un preventivo preciso del budget da prevedere.

Ristrutturazioni appartamenti Milano: permessi e norme

L’aspetto burocratico è sicuramente quello più spinoso da affrontare quando si devono effettuare degli interventi di carattere edilizio e questa massima è valida anche nel caso delle ristrutturazioni di appartamenti a Milano. Qui come in qualsiasi altra città d’Italia, prima di poter spostare anche un singolo mattone, è necessario richiedere i necessari permessi e le necessarie autorizzazioni. Per sapere quali permessi richiedere, come prima cosa, bisogna avere ben chiaro il tipo di modifiche che si intendono apportare all’immobile. In questo è fondamentale l’assistenza di un tecnico esperto  - solitamente il direttore dei lavori o l’architetto incaricato di redigere il progetto - che sappia indicarci le autorizzazioni necessarie da richiedere.

In base al tipo di interventi da effettuare, infatti, potrebbe essere necessario richiedere uno dei seguenti permessi:

  • CILA (Comunicazione Inizio Lavoro Asseverata)
  • SCIA
  • PERMESSO A COSTRUIRE

Il primo più che un permesso è una comunicazione attraverso la quale si informa il Comune che si stanno effettuando lavori di ristrutturazione in un determinato immobile e non prevede nessuna autorizzazione. La comunicazione va fatta in caso di manutenzione straordinaria leggera (rifacimento impianti, spostamento mura e tramezzi non portanti, spostamento finestre/balconi, modifica della pianta, etc).

La SCILA, invece, è da richiedere in caso di manutenzione straordinaria pesante, ovvero, per tutti quegli interventi che interessano la struttura degli edifici e determinano una modifica della volumetria iniziale come ad esempio: interventi di consolidamento fondamenta, pilastri e muri portanti, etc.

L’ultimo permesso, infine, serve per le nuove costruzioni e per le opere volte alla modifica della destinazione d’uso di uno stabile. Negli ultimi due casi, a differenza della Cila - è necessaria l’autorizzazione da parte del Comune.

Nei casi di manutenzione ordinaria, infine, non è necessario chiedere nessun permesso, né effettuare nessuna comunicazione. Si tratta di interventi per lo più volti a riparare e sostituire elementi già presenti come ad esempio la riparazione degli impianti, la sostituzione degli infissi o dei rivestimenti, la sostituzione dei tramezzi senza modificare il disegno originario.

Per ristrutturare casa a Milano, le richieste di permesso vanno inoltrate allo Sportello Unico dell’Edilizia del Comune. Bisogna, poi, ricordare che entro 30 giorni dalla conclusione dei lavori è necessario presentare una richiesta di variazione catastale agli uffici dell’Agenzia delle Entrate competente per territorio.

Quanto costa ristrutturare casa a Milano?

Passiamo al capitolo ristrutturare casa a Milano costi e spese. Le ristrutturazioni a Milano, come già accennato in precedenza, hanno dei costi più alti poiché risentono del costo della vita che nel capoluogo lombardo è più alto rispetto che altrove.

Naturalmente non è possibile fornire dei dati certi, poiché tante sono le variabili da considerare ma in media il costo al mq si aggira tra un minimo di 280 ad un massimo di 500/550 euro. Ci sono poi i singoli interventi come ad esempio la tinteggiatura delle pareti il cui costo può oscillare da un minimo di 15 ad un massimo di 35 euro. Per rifare completamente cucina o il bagno (impianti e opere murarie) bisogna preventivare fino ad un massimo di 3500/4000 euro.

In linea di massima, la ristrutturazione di un appartamento a Milano di dimensioni medie (60-80 mq) può oscillare tra i 25 e i 40 mila euro. Si tratta di una stima di massima che potrebbe variare più o meno sensibilmente a seconda della qualità dei materiali utilizzati.

In conclusione, affrontare la ristrutturazione della propria casa è sempre un’impresa impegnativa e costosa. Ristrutturare casa a Milano può essere più costoso rispetto ad altre zone d’Italia, ma affidarsi a professionisti esperti e competenti e fare un calcolo ponderato delle spese può aiutare a restare nel budget e nei tempi, realizzando la casa dei propri sogni.

Condividi sui social: