Cos'è e come si richiede un certificato catastale
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Certificato catastale: cos'è e come richiederlo

  1. Home
  2. Guide
  3. Certificato catastale: cos'è e come richiederlo

Certificato catastale: cos'è e come richiederlo

Con il termine certificato catastale si indica un documento ufficiale rilasciato dall'Agenzia delle Entrate recante tutte le informazioni catastali riferibili ad un determinato immobile o terreno.

Da non confondere con la visura catastale che pur riportando le stesse informazioni non necessita della bollinatura e del timbro dell'Agenzia delle Entrate. Sia le visure che i certificati catastali, sono atti ufficiali, ma questi ultimi hanno anche valore legale e in quanto tali devono essere timbrati, protocollati e recare i bolli dell'Agenzia delle Entrate.

Il certificato catastale solitamente riporta le seguenti informazioni:

  • dati identificativi del bene in oggetto (terreno o fabbricato);
  • dati reddituali del bene in oggetto (rendita catastale, reddito dominicale)
  • mappa catastale e planimetria;
  • copia elaborati planimetrici;
  • copia mappali;
  • copia punti trigonometrici catastali.

Il certificato catastale può essere richiesto da tutti - ad eccezione delle planimetrie che possono essere consultate solo dai proprietari del bene - previo pagamento dei tributi e delle imposte previste dalla legge.

Certificato catastale, quando è necessario richiederlo?

In linea di massima il certificato catastale va richiesto in alternativa alla visura catastale ogni qualvolta è necessario che il documento abbia valore legale e non solo ufficiale. Per gli usi comuni, invece, è sufficiente presentare una visura semplice.
È necessario presentare un certificato catastale, ad esempio, in caso di:

  • Controversie legali.
  • Successioni, eredità, etc.
  • Adozioni internazionali.

Oltre al certificato semplice, è possibile fare anche richiesta del certificato storico catastale che a differenza del primo non fornisce solo informazioni sui dati attuali, bensì anche sulle variazioni dei dati catastali nel corso degli anni ( passaggi di proprietà, compravendite, modifiche della planimetria, etc.).
Una volta richiesti i certificati catastali restano validi fino a quando non intervengono modifiche nei dati catastali, in quel caso occorre aggiornare i dati e se necessario richiedere un nuovo certificato.

Certificato catastale dove si richiede?

Veniamo alle informazioni pratiche, ovvero: il certificato catastale dove si richiede e come? Il certificato catastale può essere rilasciato solo dall'Agenzia delle Entrate, in quanto i dati catastali in esso contenuti sono conservati solo presso le banche dati del Catasto dei Terreni e del Catasto dei Fabbricati.

Per richiedere una copia del certificato catastale ci sono due alternative:

  • Recarsi presso l'ufficio provinciale dell'Agenzia delle Entrate competente per territorio ed inoltrare la richiesta.
  • Effettuare la richiesta di rilascio del certificato per via telematica mediante posta elettronica e/o posta certificata.

In base alle diverse esigenze, inoltre, è possibile fare richiesta di rilascio di una copia in formato cartaceo o (solo per i dati informatizzati) o come file PDF.

È possibile effettuare richiesta di un certificato catastale online?

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, è possibile anche richiedere il certificato catastale online, senza doversi recare necessariamente presso gli sportelli dell'agenzia delle Entrate.
Vediamo, allora, come fare per inoltrare la nostra richiesta in via telematica.
Le possibili opzioni sono due:

  1. Tramite il sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate. È possibile richiedere una copia del certificato direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate, tramite posta elettronica semplice o certificata. Per la richiesta è necessario indicare i dati catastali dell'immobile e il proprio codice fiscale. Nel caso di richiesta telematica sarà necessario allegare alla richiesta anche copia del pagamento dei diritti erariali, copia del documento di identità e i propri recapiti per eventuali comunicazioni. 
  2. Tramite società private. Un modo più semplice e veloce per ottenere il certificato di cui si necessita è rappresentato dal ricorso a società private specializzate nel disbrigo di pratiche catastali online. Queste società si occupano di espletare al posto nostro tutta la procedura necessaria per il rilascio del certificato. L'attività di intermediazione, naturalmente, ha un costo che va ad aggiungersi alle spese già previste per il pagamento di bolli e diritti dovuti all'Agenzia delle Entrate, ma consente di risparmiare tempo e fatica.

Trattandosi di un documento che necessita di essere timbrato e protocollato, può essere richiesto online, ma non viene rilasciato in via telematica poiché è necessario che venga consegnato in originale.

Quanto costa richiedere un certificato catastale?

Per il rilascio del certificato catastale è necessario pagare i tributi speciali catastali e le imposte di bollo.
I tributi speciali ammontano a 16 euro per ogni certificato, a cui vanno aggiunti 4 euro di diritto fisso ogni quattro elementi unitari.
Le imposte di bollo sono stabilite dalla normativa vigente.

In conclusione:

il certificato catastale è un documento ufficiale con valore legale rilasciato dall'Agenzia delle Entrate e recante tutte le informazioni catastali relative ad un determinato immobile o terreno.

Può essere richiesto direttamente agli sportelli dell'Agenzia delle Entrate o online tramite posta elettronica. In alternativa è possibile, infine, rivolgersi a società private specializzate nel disbrigo di pratiche catastali. Essendo gravato da tributi specifici, a differenza della visura, il certificato catastale non può mai essere richiesto in maniera gratuita.

Condividi sui social: