Visure Catastali Gratis: la guida completa per sapere tutto!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Visure Catastali Gratis

  1. Home
  2. Guide
  3. Visure Catastali Gratis

Visure Catastali Gratis

CHI PUO' RICHIEDE LE VISURE CATASTALI GRATIS?

Abbiamo cercato di raccogliere e mettere ordine a tutte le informazioni disponibili online, presso il sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate e non solo, dato che ci siamo recati anche in alcuni sportelli catastali per chiedere chiarimenti laddove fosse necessario.

Va detto subito e chiaramente, le visure catastali ed altri documenti di Catasto e Conservatoria, possono essere chiesti gratuitamente solo per beni immobili di cui il richiedente è proprietario per intero o anche per quota. Non è possibile richiedere gratuitamente nessun altro documento che non  rispetti la condizione di cui sopra.

Detto ciò, a titolo gratuito e in esenzione da tributi è possibile:

  • consultare la banca dati catastale relativamente agli immobili dei quali il soggetto richiedente, persona fisica o soggetto diverso da persona fisica (società, ente pubblico o privato, associazione), risulti titolare, anche per quota, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento. La consultazione delle planimetrie è riservata esclusivamente agli aventi diritto sull'immobile o ai loro delegati. 
  • effettuare le ispezioni ipotecarie nei registri immobiliari purchè il richiedente risulti l’attuale titolare, anche per quota, del diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento sul bene oggetto di ispezione. La titolarità del diritto deve risultare o da una visura catastale (nel caso di ispezione) o da una dichiarazione sostitutiva contenente i dati di identificazione catastale dell’immobile cui la visura (nei casi in cui l’intestazione catastale attuale non risulti aggiornata) o l’ispezione si riferisce. In caso di ispezione, sarà poi verificata, nei registri immobiliari, la presenza di trascrizioni ”a favore” del richiedente, relative ad atti con effetti di natura traslativa o dichiarativa (ad es. compravendite, permute, donazioni, acquisti a causa di morte, divisioni, decreti di trasferimento, sentenze di usucapione, ecc.), e all’assenza di successive formalità che comportino il trasferimento del medesimo immobile. Se il richiedente vanta la titolarità di diritti reali di garanzia, ossia la posizione di “creditore ipotecario” (ad esempio in caso di ipoteche iscritte “a favore” del Richiedente) potrà essere consultare gratuitamente le ipoteche iscritte a suo “carico”.

Sono escluse dall’ambito dell’esenzione le ispezioni ipotecarie: 

  • relative a trascrizioni “a favore” del Richiedente di domande giudiziali, di sequestri e di pignoramenti. 
  • con la titolarità di diritti reali di garanzia, ossia la posizione di “creditore ipotecario” (ad esempio in caso di ipoteche iscritte “a favore” del Richiedente).

COSA SI PUO' RICHIEDERE GRATUITAMENTE?

  • visure catastali 
  • planimetrie catastali
  • estratti di mappa 
  • elaborati planimetrici
  • ispezioni ipotecarie 
  • atti che costituiscono il titolo delle formalità di trascrizione e di iscrizione

DOVE SI POSSONO RICHIEDERE LE VISURE CATASTALI GRATIS?

Recandosi fisicamente allo sportello:

  • Uffici provinciali - Agenzia delle Entrate 
    • dati catastali e ipotecari informatizzati degli immobili presenti su tutto il territorio nazionale sono consultabili presso qualsiasi Ufficio provinciale - Agenzia delle Entrate e di Pubblicità Immobiliare, con esclusione delle sedi di Trento e Bolzano, nelle quali il servizio è gestito dalle rispettive Province autonome. Per le sole ispezioni ipotecarie e solo per il periodo inerente la meccanizzazione degli uffici, può essere effettuata anche in ambiti circoscrizionali diversi da quello dell’ufficio dove viene presentata la richiesta (per esempio, è possibile recarsi presso l’ufficio provinciale - Agenzia delle Entrate di Roma per richiedere una consultazione sui registri informatizzati dell’ufficio provinciale - Agenzia delle Entrate di Napoli). 
    • dati catastali e ipotecari non informatizzati è sempre possibile rivolgersi al competente Ufficio provinciale - Agenzia delle Entrate e di Pubblicità Immobiliare. E' possibile inoltre la consultazione degli atti cartacei storici del catasto (registri di partita, mappe, tipi frazionamento, modelli 55, ecc.). 
  • Sportelli catastali decentrati 
    • è possibile la consultazione dei soli dati catastali se presenti nelle sedi dei Comuni, delle Comunità Montane, delle Unioni di Comuni e delle Associazioni di Comuni, si potranno avere delle limitazioni nella consultazione dei dati catastali a seconda della tipologia di sportello:
      • sportelli catastali semplici
      • sportelli catastali evoluti
      • sportelli catastali web 

Chidendole Online:

  • Servizi telematici Entratel e Fisconline
  • dati catastali e ipotecari informatizzati, la consultazione è rilasciata al richiedente come file pdf. 
  • visure catastali (attuali e storiche)
  • planimetrie catastali
  • estratti di mappa 
  • ispezioni ipotecarie 
  • non è possibile richiedere gli elaborati planimetrici

COME FACCIO A RICHIEDERE LE VISURE CATASTALI GRATIS?

Recandosi fisicamente allo sportello:

  • Uffici provinciali - Agenzia delle Entrate e sportelli catastali decentrati 
    • banca dati catastale
      • Il richiedente persona fisica esibisce, all’atto della richiesta, un documento di identità o di riconoscimento in corso di validità. 
      • la planimetria catastale può essere richiesta dai titolari di diritti reali, risultanti in catasto, o da loro delegati (in questo caso andrà compilata apposita delega per l’accesso alle planimetrie)
      • casistiche particolari:
        • beni acquistati in regime di comunione legale 
          • anche qualora nel relativo atto sia intervenuto solo uno dei coniugi e la voltura e la trascrizione siano state fatte solo “a favore” di quest’ultimo, la visura o l’ispezione “personali” potranno essere eseguite in esenzione da entrambi i coniugi (o da una sola delle parti unite civilmente o delle parti che hanno concluso un contratto di convivenza adottando il regime patrimoniale della comunione dei beni). La richiesta può essere presentata anche per il tramite del coniuge o parenti e affini entro il quarto grado compilando procura “semplificata” ai sensi dell’art. 63 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600. 
        • soggetti privi, in tutto o in parte, della capacità di agire (minori, interdetti, inabilitati, etc.) 
          • la richiesta può essere avanzata da un rappresentante legale (genitore, tutore, curatore, etc.), a seguito di presentazione di una dichiarazione sostitutiva di certificazione che comprovi tale qualità. In tutti i casi in cui la richiesta è presentata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale, ferma restando l’esibizione del documento del rappresentante, dovrà essere acquisita anche la fotocopia del documento del rappresentato. 
        • le persone non fisiche (società, associazioni, enti, ecc...) 
          • possono effettuare la consultazione personale tramite un proprio rappresentante, legale od organicamente riferibile all’ente. In questo caso il richiedente deve comprovare la propria qualità di rappresentante del soggetto cui la visura o l’ispezione si riferisce, anche mediante apposita dichiarazione sostitutiva. La richiesta di consultazioni personali può peraltro essere avanzata da parte del dipendente, delle persone giuridiche - facendo ricorso alle forme “semplificate” di procura previste dall’articolo 63 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600. La domanda deve essere corredata da copia del documento di identità del richiedente. 
    • ispezioni ipotecarie nei registri immobiliari 
      • possono essere effettuate secondo due modalità: 
        • ricerca per soggetto, per immobile o incrociata soggetto/immobile, al fine di individuare ed eventualmente visionare le note di interesse 
          • L’utente presenta il modello 310 con l’indicazione dei dati relativi al soggetto e/o all’immobile oggetto della ricerca. Se la ricerca nella banca dati informatizzata ha dato esito positivo, l’operatore consegna l’elenco sintetico e lo sottopone al richiedente per la selezione delle note da visionare. Per il periodo precedente il 24 luglio 1957, la ricerca sulle persone fisiche può essere eseguita indicando, oltre ai dati anagrafici, anche la paternità. Negli uffici di Milano, Napoli, Roma e Torino, per ricerche relative anche al periodo precedente il 1 gennaio 1973, occorre presentare presso la Sezione stralcio (Milano 3 , Napoli 3, Roma 3 e Torino 3) un ulteriore modello 310. Se la consultazione dell’archivio informatizzato si rivela insufficiente, la ricerca può essere estesa all’archivio cartaceo; in questo caso, il personale dell’ufficio consulta i registri cartacei (rubriche, tavole, repertori) e sottopone al richiedente i repertori per la selezione delle note da visionare. 
        • ispezione diretta per nota di cui l’utente già conosce gli estremi identificativi 
          • L’utente indica nel modello 310 il numero identificativo, l’anno della formalità che intende visionare e i dati di almeno un soggetto o di un immobile presente nella nota. 
      • E’ possibile escludere dall’ispezione le formalità di iscrizione cancellate o non rinnovate allo scadere del loro termine di efficacia (20 anni). Analogamente, è possibile escludere le formalità di trascrizione delle domande giudiziali, dei sequestri conservativi e dei pignoramenti, non rinnovate entro lo stesso termine. 
      • Oltre alle note è possibile consultare i relativi titoli, indicandone gli estremi identificativi sul modello di richiesta.

Chidendole Online:

  • Servizi telematici Entratel e Fisconline 
    • le persone fisiche possono accedere direttamente ai servizi Fisconline e Entratel mediante le credenziali di autenticazione alla piattaforma telematica dell'Agenzia delle Entrate e l'indicazione del codice PIN. 
    • i soggetti diversi dalle persone fisiche (società, enti pubblici o privati, associazioni), registrate ai medesimi servizi, possono accedere alle informazioni tramite i soggetti incaricati, abilitati dal proprio Gestore. 
    • L'estrazione delle informazioni avviene esclusivamente in base al codice fiscale del titolare dell’abilitazione ai servizi Fisconline o Entratel (sia esso persona fisica o non fisica). Il sistema fornisce, se presenti, anche gli eventuali soggetti che hanno dati anagrafici/denominazione differenti, ma stesso codice fiscale. 
    • Risultato della ricerca è la lista delle province in cui si trovano i beni di cui risulta all’attualità “intestatario catastale”. 
      • Selezionata una provincia è possibile richiedere la visura per soggetto all’attualità, senza la necessità di fornire ulteriori restrizioni su un singolo comune. 
      • Non è prevista la richiesta di visura storica per soggetto. 
    • In alternativa, selezionata la provincia e successivamente l’immobile di interesse, si possono ottenere: 
      • “Visura per immobile attuale” per l’unità immobiliare selezionata, che fornisce anche i dati degli eventuali altri intestatari; 
      • “Visura per immobile storica” per l’unità immobiliare selezionata, ove non sono riportati i dati degli eventuali altri intestatari; 
      • “Visura della mappa” per la particella di catasto terreni selezionata; 
      • “Visura planimetrica” per l’unità immobiliare urbana selezionata; 
      • “Ispezione ipotecaria” per l’unità immobiliare selezionata e il soggetto 
        • il risultato della ricerca è l’elenco delle formalità (trascrizioni, iscrizioni ed annotamenti) nelle quali il soggetto, identificato con il codice fiscale attuale e referenziato come soggetto a favore o contro, è associato all’immobile selezionato 
        • da questo elenco è possibile consultare le singole note e, ove disponibile, il relativo titolo. 
        • Pertanto, non potranno essere reperite per via telematica le formalità in cui gli immobili sono individuati con identificativi catastali diversi da quelli attuali, né quelle in cui per il soggetto è stato indicato un codice fiscale diverso da quello attuale (o comunque diverso da quello utilizzato in sede di  abilitazione ai servizi Fisconline o Entratel). 
        • Non sono inoltre disponibili le trascrizioni, iscrizioni e relative annotazioni eseguite prima dell’automazione delle Conservatorie. 
        • Sono inoltre escluse le formalità eseguite “a favore” del richiedente che si riferiscono a: 
          • trascrizione di atti esecutivi e cautelari (sequestri, pignoramenti) 
          • trascrizione di domande giudiziali 
          • iscrizione di ipoteca
        • Per ispezionare eventuali formalità non reperibili in via telematica è sempre possibile rivolgersi al competente Servizio di Pubblicità Immobiliare. 
    • I documenti prodotti sono tutti in formato pdf e riportano nell’intestazione rispettivamente la frase “Visura telematica esente al titolare di diritti reali” o “Ispezione telematica esente al titolare di diritti reali”.

TEMPI DI CONSEGNA DELLE VISURE CATASTALI GRATIS?

Recandosi fisicamente allo sportello:

  • il rilascio avviene nello stesso giorno della richiesta 
  • per ottenere la documentazione catastale richiesta, gli utenti devono compilare il modulo di richiesta 

Chidendole Online:

  • il rilascio avviene nello stesso giorno della richiesta per chi è già registrato ai servizi Fisconline e Entratel. 
  • le tempistiche si allungano e non sono definibili invece per chi si deve registrare ai servizi Fisconline e Entratel, dato che per completare la procedura di registrazione possono servire fino a 7 giorni di attesa.

CONVIENE VERAMENTE FARE DA SOLI?

A nostro avviso, per rispondere a questa domanda, bisognerebbe fare una valutazione che tenga conto di due fattori fondamentali: le tempistiche di consegna del documento e le conoscenze tecniche per risolvere eventuali problematiche che si dovessero presentare in fase di consultazione.

TEMPISTICHE

  • il tempo medio di consegna di un documento su Catastosemplice.it è di un'ora che si riduce a 30 minuti in caso di richiesta con urgenza.
  • fondamentalmente, come indicato nella nostra guida, le modalità di consultazione e reperimento della documentazione catastale e ipotecaria sono di due tipi: allo sportello o online. Entrambe le modalità, paragonate ai servizi online di Catastosemplice.it, comportano solo svantaggi: 
  • sportello 
    • bisogna recarsi fisicamente allo sportello dell'Ufficio provinciale - Agenzia delle Entrate o a uno degli sportelli catastali decentrati, se presenti, nelle sedi dei Comuni, delle Comunità Montane, delle Unioni di Comuni e delle Associazioni di Comuni. Oltre ad essere problematico recarsi presso la sede provinciale del Catasto, risulta anche difficile trovare uno sportello catastale decentrato, dato che la loro diffusione sul territorio è decisamente scarna.
    • una volta sul posto, bisogna capire a quale sportello rivolgersi e quale documentazione compilare prima di fare la richiesta. Il più delle volte succede che dopo aver fatto una lunga coda d'attesa ci si presenti allo sportello senza aver compilato il modulo di richiesta perchè nessuno ci ha avvisato al riguardo, col risultato di doversi rimettere in coda e ricominciare tutto da capo.
  • online 
    • come detto, prima di operare online, bisogna richiedere il codice Pin necessario per registrarsi ai servizi Fisconline e Entratel. La procedura non è immediata e può essere soggetta a lunghe attese. Generalmente la registrazione ai servizi telematici prevede subito la ricezione della prima parte del codice Pin, mentre la password iniziale e la seconda parte del codice Pin saranno inviate per posta al domicilio del richiedente.

CONOSCENZE TECNICHE

  • una volta arrivati allo sportello o ottenuto il Pin per la richiesta online, si è pronti per richiedere un documento catastale o eseguire un'ispezione ipotecaria, ed è proprio in questa fase che si nascondono le maggiori insidie. 
  • Riportiamo una serie di problematiche molto comuni che si verificano in fase di consultazione della banca dati catastale. Quasi sempre queste problematiche, costringono il richiedente a rivolgersi comunque ad un professionista per risolvere il problema ed ottenere il documento di cui necessitano. 
  • visure catastali 
    • l'unità immobiliare richiesta risulta soppressa
    • la ricerca per soggetto non ha restituito nessun risultato
    • la ricerca con indirizzo ha restituito un risultato sbagliato
  • planimetrie catastali 
    • la planimetria catastale risulta "non abbinata"
    • la planimetria catastale risulta "non trovata"
    • la planimetria catastale richiesta non è quella del mio appartamento
  • estratti di mappa 
    • il terreno richiesto non risulta disponibile
    • il fabbricato richiesto non è presente in mappa
  • elaborati planimetrici 
    • l'elaborato planimetrico del mio condominio non risulta disponibile

CONCLUSIONI

Vorremmo fare una premessa necessaria. Spesso affidiamo lavori e compiti a professionisti competenti perchè sappiamo che noi non siamo in grado di farli e che anche se provassimo, ci metteremmo molto più tempo, col rischio comunque di commettere errori. Perché non fare lo stesso con il Catasto? Come per qualsiasi altra attività professionale, per comprendere il catasto è necessaria preparazione ed esperienza. Affidarsi a chi da oltre venti anni si occupa di Catasto e Conservatoria, come i professionisti di Catastosemplice.it, è sicuramente la scelta migliore.

Come già accennato in precedenza, ci sono dei fattori di primaria importanza che vengono valutati da chi necessita di un documento di catasto o conservatoria: 

  • Fattore urgenza: per esperienza sappiamo che la consultazione della banca dati catastale e ipotecaria avviene quando la necessità del documento è urgente, per cui le tempistiche indicate nella nostra guida per recarsi allo sportello o registrarsi ai servizi Fisconline e Entratel è improponibile. Catastosemplice.it indica per ogni servizio le tempistiche di consegna che mediamente sono di un'ora e nel caso di richieste urgenti di 30 minuti. Immagina, ti serve quel documento urgente? Nel giro di pochi minuti lo ricevi nella tua casella di posta!
  • Fattore costo: pensa a dover buttare via una mattinata intera per recarti all'Ufficio provinciale - Agenzia delle Entrate di competenza o allo sportello catastale decentrato, per richiedere una visura catastale. Saresti in grado di quantificare il costo di quella mattina persa? Non credi sia più conveniente richiederla comodamente online (da pc, tablet o telefono) e riceverla direttamente nella tua email nel giro di un'ora a partire da un prezzo di €4,80?.
  • Fattore assistenza: ti possiamo garantire che all'Ufficio provinciale - Agenzia delle Entrate difficilmente troverai un operatore allo sportello disposto ad assisterti. Questo perchè la quantità di persone da smaltire in coda è talmente elevata che semplicemente non hanno tempo da dedicare al singolo e quindi non ti verranno segnalate problematiche ne tanto meno soluzioni alle stesse ma piuttosto verrai dirottato ad un altro sportello dove, una volta esaurita la coda, potrai esporre il tuo problema e sperare in una soluzione. Lo scenario precedente diventa ancora peggiore presso gli sportelli catastali decentrati, dove gli operatori non hanno nessuna conoscenza di catasto ed esperienza al riguardo. 

I professionisti di Catastosemplice.it al contrario, data la loro conoscenza ed esperienza di catasto, ti faranno presente qualsiasi problematica dovessero riscontrare nella tua richiesta e cosa più importante, ti indicheranno immediatamente la soluzione al problema. Acquistando un servizio su Catastosemplice.it non stai solamente ordinando un documento ma un'intero pacchetto comprensivo di assistenza qualificata pre e post ordine.

Ora sta a te, se pensi che almeno uno di questi fattori abbia importanza allora non perdere tempo e utilizza subito i nostri servizi online di catasto e conservatoria.


Riferimenti: il materiale che ha ispirato questo articolo è stato recuperato dal sito dell'Agenzia delle Entrate, che potete consultare nella sua forma originaria a questo link consultazione dati catastali e ipotecari.

Condividi sui social: