Visura ipocatastale: cos'è e a cosa serve - CatastoSemplice.it
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Visura ipocatastale: come chiedere il certificato e a cosa serve

  1. Home
  2. Guide
  3. Visura ipocatastale: come chiedere il certificato e a cosa serve

Visura ipocatastale: come chiedere il certificato e a cosa serve

Quando si parla di visura ipocatastale, o visura ipotecaria, si intende un particolare tipo di visura rilasciata dalla Conservatoria dei Registri Immobiliari, che consente di avere accesso ad informazioni relative alle proprietà immobiliari appartenenti ad una persona e/o società.

VISURE IPOCATASTALI E VISURE IMMOBILIARI

Più nello specifico, una visura ipocatastale è un'attività di indagine che ha lo scopo di definire quali e quante proprietà risultano intestate ad una persona fisica o giuridica al fine di accertare l'esistenza di eventuali gravami su di esse. Quando si parla di gravami, solitamente ci si riferisce a ipoteche legali e/o giudiziarie, ipoteche volontarie, pignoramenti, citazioni etc. 

Dunque, svolgere una ispezione ipocatastale è fondamentale per capire se su un determinato immobile siano presenti vizi che ne pregiudichino il valore o che potrebbero rappresentare un problema in sede di compravendita.

Dopo aver capito le visure ipocatastali cosa sono, è chiaro quindi che esistono due diverse tipologie di accertamenti ipocatastali:

  1. Le visure immobiliari sugli immobili, richieste prima di effettuare un'operazione commerciale, quindi l'acquisto o la vendita del bene.
  2. Le visure ipocatastali sulle persone, necessarie per individuare i beni in loro possesso in caso di rapporti commerciali o azioni giudiziarie. 

DOCUMENTAZIONE IPOCATASTALE: QUALI INFORMAZIONI FORNISCE?

Oltre all'esistenza di eventuali gravami, la documentazione ipocatastale fornisce numerose altre informazioni:

  • Descrizione catastale dell'immobile. 
  • Quota di proprietà. 
  • Ubicazione precisa dell'immobile. 
  • Atto pubblico di provenienza.
  • Trascrizioni (passaggi di proprietà, donazioni, successioni, locazioni, etc).
  • Iscrizioni (ipoteche).
  • Annotazioni. 

La visura ipocatastale ha carattere probatorio, il che significa che ha valore giuridico e come tale può essere utilizzatea in sede di controversie per individuare il patrimonio aggredibile di un soggetto o la sua solvibilità. A questo punto è necessario approfondire la differenza delle visure ipocatastali rispetto alle visure ipotecarie e catastali.

DIFFERENZA TRA VISURE IPOTECARIE E CATASTALI 

Le visure ipotecarie (o ipocatastali) e le visure catastali sono due diverse tipologie di documenti che differiscono sia per quanto concerne le informazioni fornite, sia per le finalità d'uso.

Entrambi i documenti servono per assumere informazioni relative a beni immobili e persone fisiche o giuridiche intestatarie di tali beni ma, mentre per un certificato ipocatastale è necessario rivolgersi alla Conservatoria o ad un notaio, le visure catastali possono essere richieste presso gli uffici del Catasto.

In una visura catastale sono presenti i dati identificativi aggiornati dell'immobile (foglio, mappale, particella, subalterno, etc), la rendita catastale, le informazioni relative all'esatta ubicazione e tutte le eventuali modifiche urbanistiche effettuate nel corso del tempo. Per quanto riguarda i dati contenuti nelle visure ipotecarie abbiamo già descritto in precedenza la loro natura.

Le indagini catastali non hanno carattere probatorio e sono utilizzate principalmente a fini fiscali, per determinare la rendita di un immobile, fare il calcolo dei tributi, acquistare o vendere un immobile. Il certificato ipocatastale, invece, è richiesto in sede giudiziaria e in tutti i casi in cui siano necessari documenti con carattere probatorio.

COME FARE UNA VISURA IPOCATASTALE PER IMMOBILE

Come accennato in precedenza, le visure ipocatastali per immobile possono essere di Conservatoria o notarili. Nel primo caso l'accertamento viene effettuato direttamente presso i Registri della Conservatoria, mentre nel secondo caso vengono fatti per tramite di un notaio.

In entrambi i casi, però, per poter richiedere questo tipo di certificato è necessario essere in possesso delle seguenti informazioni:

  • Dati catastali dell'immobile su cui si desidera effettuare l'ispezione.
  • Dati anagrafici del soggetto di cui si vuole conoscere il patrimonio immobiliare.

Dati alla mano, bisogna recarsi presso la Conservatoria (all'Agenzia delle Entrate) di competenza rispetto all'immobile oggetto della ricerca e richiedere il cosiddetto "Elenco delle formalità relative ad un soggetto o ad un bene".

È anche possibile richiedere il rilascio della visura ipocatastale direttamente online sul sito dell'Agenzia delle Entrate o rivolgendosi ad appositi siti specializzati nel disbrigo di pratiche catastali e di conservatoria come CatastoSemplice.it.

È, infine, possibile rivolgersi ad un notaio che si occuperà del disbrigo di tutte le pratiche necessarie, naturalmente con un costo aggiuntivo. 

Visura ipocatastale: costo del servizio

Il costo di una visura catastale è determinato dalle imposte statali (7,20 euro per visure contenenti fino ad un massimo di 30 formalità con una maggiorazione di 3,5 euro ogni 10 formalità in più) a cui bisogna aggiungere il costo del servizio nel caso in cui ci si rivolga ad un intermediario (agenzia pratiche, siti web, etc) o l'onorario del notaio.

In conclusione, una visura ipocatastale è un accertamento con carattere probatorio il cui fine ultimo è quello di fornire informazioni in merito ai beni immobiliari di un soggetto privato o giuridico. È una tipologia di documento richiesto in ambito giudiziario o in caso di compravendita immobiliare per individuare la presenza di gravami su un determinato bene. Per richiedere una visura ipocatastale per immobile o per soggetto è necessario rivolgersi alla Conservatoria dei Registri Immobiliari competente per territorio.

Condividi sui social: