Visura catastale terreni, cos'è e come si legge: tutto quello che devi sapere
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Visura catastale terreni, cos'è e come si legge?

  1. Home
  2. Guide
  3. Visura catastale terreni, cos'è e come si legge?

Visura catastale terreni, cos'è e come si legge?

La visura catastale terreni è leggermente diversa da quella di un immobile e, qualora si avesse la necessità di reperirne i dati, è bene sapere le differenze di lettura tra le due.

Visura catastale terreni: cos’è

Il Catasto terreni è quella sezione che comprende tutte le unità immobiliari non censite al Catasto dei fabbricati. 
La visura catastale di un terreno è quindi reperibile solo a questa sezione del Catasto ed è utile possederla perché contiene molteplici informazioni utili sul proprio appezzamento.
Oltre i dati di proprietà, infatti, è possibile leggere i dati identificativi del terreno e quelli relativi al classamento.

Vediamo insieme cosa sono questi dati e come leggerli.

Come leggere la visura catastale di un terreno

Accanto al logo dell’Agenzia delle Entrate, più precisamente al centro della visura catastale, è possibile trovare il tipo di visura richiesto e l’ultimo aggiornamento della stessa. Procedendo verso il basso si arriva alla visura vera e propria, quindi si incontrano i dati identificativi, ovvero le informazioni relative al soggetto proprietario dell’appezzamento.

Dati catastali

In seguito si incontrano i cosiddetti dati catastali, che per i terreni si limitano a foglio, particella (o mappale) e, solo in alcuni casi, al subalterno.

Il foglio, nello specifico, indica la zona di ubicazione del terreno, mentre la particella rappresenta la porzione di terreno. Il subalterno, laddove presente, si riferisce solo ed esclusivamente ai fabbricati rurali registrati al Catasto terreni.

Dati di classamento

Successivamente ai dati catastali troviamo i dati di classamento, ovvero l’insieme delle informazioni che permettono di ricavare la rendita di un terreno. Questi sono:

  • qualità, ovvero la tipologia di coltura effettuata (seminativo arborato, prato, pascolo e così via dicendo);
  • classe, ovvero la produttività di una coltura;
  • superficie, ovvero la grandezza di un terreno, la quale può essere riportata in Ettari (10.000 mq), Are (100 mq) e Centiare (1 mq);
  • reddito, ovvero la somma tra reddito dominicale e reddito agrario. Il reddito dominicale è il reddito della proprietà, mentre quello agrario è attribuibile all’imprenditore agricolo.

La voce “Altre informazioni”

Nella visura catastale terreni, come in quella dei fabbricati, è sempre presente una voce dedicata alle informazioni aggiuntive. In questo caso è possibile trovare notizie quali, per esempio, l’anno dell’ultimo frazionamento che ha interessato il terreno in carico al soggetto.

Hai necessità di scaricare la visura catastale del tuo terreno? Consulta la nostra pagina dedicata -> Visura Catastale

 

Condividi sui social: