NCEU: cos'è e a cosa serve - CatastoSemplice.it
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

NCEU: cos'è e a cosa serve

  1. Home
  2. Guide
  3. NCEU: cos'è e a cosa serve

NCEU: cos'è e a cosa serve

NCEU è l’acronimo di Nuovo Catasto Edilizio Urbano e, in sostanza, rappresenta il Catasto e la sua mappatura secondo alcuni criteri ben definiti. Di fatto, seppur si chiami Nuovo Catasto Edilizio Urbano, la sua istituzione nasce dal Regio Decreto Legge numero 652, del 13 Aprile del 1939, entrato poi in vigore nel 1962.

Nella pratica, quando si parla di NCEU ci si riferisce semplicemente al nostro Catasto e, più nel dettaglio, si intende la mappatura di tutto il territorio italiano, comprensivo di unità abitative fino al dettaglio della particella catastale.

Questa sigla simboleggia quindi il grande lavoro effettuato in decenni di rilievi da parte di professionisti come geometri, architetti ed uffici abilitati, i quali si sono occupati di rappresentare con cura, e nei minimi dettagli, tutto il territorio nazionale. Si tratta quindi di una mappatura unica che permette di catalogare i milioni di abitazioni e proprietà sparsi su e giù per lo Stivale.

La nascita del NCEU

Come anticipato poco sopra, seppur l’acronimo NCEU contenga la parola “nuovo”, si tratta in realtà di un’istituzione ideata nel 1939 e messa in vigore ufficialmente nel 1962, quasi 60 anni fa. Questo ente nasce, di fatto, per mappare con la miglior precisione possibile tutti gli immobili presenti in Italia.

All’interno del Nuovo Catasto Edilizio Urbano sono racchiusi i diversi regolamenti che coordinano misure, classi di appartenenza e tasse a cui ogni cittadino, purché sia proprietario di immobili, deve far fronte.

La carta d’identità di un’abitazione

Al Nuovo Catasto Edilizio Urbano sono quindi conservati tutti di documenti relativi ad abitazioni e proprietà. Effettuando una consultazione al Catasto, ovvero osservando la mappa catastale di un’abitazione, potrete scoprire diverse informazioni, quasi a costituire una carta d’identità dell’immobile.

Tra le altre cose è possibile verificare:

  • la categoria catastale, ovvero se l’immobile è ad uso abitazione, alloggi collettivi o attività commerciale;
  • la specifica della categoria catastale, ovvero se si tratta di un’abitazione di tipo signorile, civile, economico e così via dicendo.

Scendendo ancor più nei dettagli, si possono ricavare altra tipologia di informazioni come il comune, la particella e così via dicendo. Tutti dati che determinano l’effettivo ammontare delle tasse di proprietà che il cittadino dovrà pagare.

Il Catasto online

La tecnologia avanzata ha permesso, di recente, a tutti i cittadini di accedere all’intero database NCEU, attraverso una procedura online per la richiesta di documenti utili. A partire da pochi dati, quali per esempio il numero di particella, foglio, e pochi altri, è possibile richiedere visure e certificati direttamente da casa, senza recarsi all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate, quindi ricevere gli stessi via e-mail.

Catasto Semplice è uno tra i primi siti web in grado di poter offrire tale servizio ai propri Clienti, grazie ad un team professionale che opera all’insegna della rapidità per offrire i migliori servizi catastali online.

Ad oggi, il Nuovo Catasto Edilizio Urbano ha scampato la riforma proposta per il 2020. Certo è che si tratta ancora di un’istituzione estremamente burocratica, con la quale i privati cittadini riescono ad interfacciarsi con difficoltà. In Catasto Semplice possiamo aiutarti a “sburocratizzare” la richieste e le certificazioni, offrendo la documentazione ricercata entro poche ore e completamente via mail.

Accedi ora ai nostri servizi catastali online!

Condividi sui social: